13 febbraio. Napoli

13 febbraio 2011
Ore 15.00
Museo MADRE
Via Settembrini 79, Napoli

Ingresso libero

mappa

Atlante al Madre
Con cronache e collegamenti in diretta su Radio3

Atlante Sonoro XXI
Freon Ensemble in collaborazione con:
Scuola Popolare di Musica di Testaccio
Progetto Sonora Network & Performing Arts (Napoli)
Associazione Zenit 2000 (Avellino)
Associazione SEVENTH DEGREE (Università di Salerno)
Blucode LAP

Freon2009_colors
photo©Francesca Checchi
photo©Francesca Checchi

LA MUSICA CONTEMPORANEA PER L’ARTE CONTEMPORANEA

Contemporanea l’arte, contemporanea la musica. Contemporanee l’una all’altra, contemporanee perché espressione di una rottura con il Novecento e con l’idea stessa di moderno, intente a dare  forma a un mondo nuovo. Oggi sono entrambe sotto attacco.
Sotto attacco è ciò che intendiamo con cultura.
La cultura come strumento di formazione alla cittadinanza, come espressione della libertà di ciascuno, come scambio tra generazioni e tra mondi diversi e lontani, come parola che enuncia ciò che è comune.
Sotto attacco è la contemporaneità, la forma nuova della cultura.
La contemporaneità come trasformazione e non solo come simultaneità e globalizzazione, come pratica critica del nostro tempo, come consapevolezza del proprio stare al mondo, dell’essere tutti in relazione, come possibilità di produrre il reale e di esplorare un altro ordine simbolico.
Per questo nessuno può restare indifferente se un museo d’arte contemporanea rischia la chiusura. Tanto più se il museo è il Madre, il Museo d’Arte Contemporanea Donna Regina di Napoli, e sorge su un territorio dove la cultura è uno strumento di conflitto con un potere informe e criminale.
Il 13 febbraio andiamo al Madre. Andiamo a suonare e a leggere versi gratuitamente, non un concerto ma tanti eventi sonori. Andiamo a incontrare un luogo che racconta la trasformazione, che esplora la vita, che dà voce alle contraddizioni del reale. Andiamo a portare il nostro desiderio di trasformazione e di condivisione.

Facciamo un gesto politico: la musica contemporanea per l’arte contemporanea.

Freon2009_colors

PARTITURA DELLE RELAZIONI SONORE
condivise dai musicisti

 

• Il Madre è un museo d’arte contemporanea: visitalo liberamente. Sii curioso. Scegli dove stare. Spostati. Prenditi cura dello spazio in cui hai scelto di suonare
• Ascolta come suona lo spazio in cui stai; e suona in relazione ad esso.
• Suona quando lo ritieni opportuno e quando non ti sovrapponi al suono degli altri.
• Quando suoni sei un po’ come un’opera d’arte esposta. Quando suonano gli altri, anche tu sei il pubblico.
• Puoi chiedere ad altri musicisti di suonare con te.
• Ad ogni piano troverai qualcuno che ti darà una mano: è un compositore che aiuterà tutti ad avere un punto di vista globale sull’evento.
• Non suonare per troppo tempo di seguito, facilita il flusso continuo dei visitatori da una sala all’altra.
• Abbi consapevolezza del tuo livello sonoro. Non competere con il suono altrui.
• Se senti bisogno di silenzio, non suonare e garantisci il silenzio intorno a te. Lo puoi fare suonando anche molto piano.
• Sei libero di suonare senza pubblico e di spostarti liberamente suonando.
• Non è importante che tu riesca a suonare in pubblico tutto quello che avevi previsto e desiderato.
• L’importante è la qualità dell’insieme, di cui ciascuno è garante.

Freon2009_colors

SPAZIO POESIA E MUSICA OGGI (ore 16)
Chiesa S. Maria di Donnaregina; continua poi nelle sale del Museo
a cura di Maria Grazia Calandrone
Letture di Bruno Galluccio e Luigi Trucillo

SPAZIO BAMBINI (ore 17)
Laboratorio liberamente ispirato a “Il racconto dell’isola sconosciuta
di José Saramago
I bambini sono invitati a portare con sé un piccolo oggetto sonoro.
A cura di Antonia D’Amore, Giada De Fabritiis, Giovanna Martinelli, Giuliana Pella, Lucia Staccone ; con la partecipazione di Trio Naga, Antonello Sorrentino, Oretta Orengo, Teresa Spagnuolo, Cristina Mainero.

photo©FrancescaChecchi
photo©FrancescaChecchi

Freon2009_colors

REPERTORIO MINIMO

. Luca Signorini Improvvisazioni
Luca Signorini, violoncello e violoncello elettrico

. Giovanna Salviucci Marini Anni 80 – testo di Silvio Costabile
. Xavier Rebut (da tradizionale) L’anima mia come la vostra
(trascr. X. Rebut, elab Quartetto Urbano)
Quartetto Urbano (Germana Mastropasqua, Flaviana Rossi, Michele Manca, Xavier Rebut)

. Maurizio Chiantone RIOT – Installazione sonora per armonici, metallo, legno, umano ed ambiente – Maurizio Chiantone, contrabbasso, suoni e ambiente; Rosanna De Lucia, scena e costumi

. Luca Francesconi Charlie Chan
. Igor Stravinsky Elegia
. Paolo Ricci Memoriale n. 1
Luca Sanzò, viola

photo©MatteoRossi
photo©MatteoRossi

. Improvvisazioni
Antonello Sorrentino, tromba
Andrea Mancianti, performer

. Arvo Pärt Magnificat
Coro piccolo della Scuola di Testaccio (Renzo Renzi, direttore)

. Sonorizzazione di
Jan Svankmayer A game with stones
Jean-Gabriel Periot Dies Irae
Vsevolod Pudovkin La febbre degli scacchi
Naga Project 5
(Errico De Fabritiis, sax contralto e tenore; Giuseppe Savino, trombone;
Giulio Maschio, percussioni; Luigi Carosio, basso acustico;
Giada de Fabritiis, effetti)

. John Cage/Lou Harrison Double Music
Ars Ludi Lab – Pierluigi Zago, Jacopo Virgili, Gianluca Manfredonia, percussioni; Rodolfo Rossi, direttore

. Pisano, Mazzucchi Genovefa
. Ryo Noda MAY – Improvvisazione II
. Tomas Gubitsch And yet
. Jacob TV A garden of love
. Egberto Gismonti Sete Anèis
. Richard Galliano Viaggio
Domenico Luciano, sassofono; Daniele Medugno, chitarra

. Dusan Bogdanovic Quatre pieces intimes
. Reginald Smith Brindle Five sketches
. William Walton Anon in Love
Duilio Meucci, chitarra; Francesco Venga, viola e violino

. Kazuo Fukushima Requiem per flauto solo
. Goffredo Petrassi Dialogo angelico
. Edgar Varèse Density 21.5 per flauto solo
. Paul Hindemith Kanonische Sonatine für zwei flöten op. 31 n.3
Marco Saraceno, flauto; Fabio Luigi Ruggiero, flauto

. Ernest Bloch Suite n. 1
. Witold Lutoslawski Sacher Variation
. Boris Porena Suite Benjamin Britten
Cristiano Della Corte, violoncello

. Kraftwerk The Model
. Anonimo Ninna Nanna alla napoletana,
. Antonio Vivaldi Trio Sonata La Follia
Ensemble della Scuola di Testaccio diretto da Laura Mariano
Ginevra Gajano Saffi, Guglielmo Basili, flauti;
Flavia Marziali, Franco Liso, violini; Pierluigi Caserta, chitarra
Pierpaolo Burioni, contrabbasso

. Trad. Sicilia Canto di carrettiere
(trascr. G.Marini elab. D’Agostino-Rebut)
Xavier Rebut voce, Matteo D’Agostino, chitarra

. Nodas (Massimo Nardi, chitarra; Maurizio Lazzaro, chitarra, oud, laud)

nodas©SilviaTarchini
photo©SilviaTarchini

. Goffredo Petrassi Suoni notturni
Gianluigi Giglio, chitarra

. Giovanna Salviucci Marini Ma la storia chi la fa
Patrizia Rotonda, voce – Sylvie Genovese, chitarra
. Tradizionale Ceriana – Imperia Quasi Cedrus
Patrizia Rotonda, Lucia Staccone, voci
. Giovanna Salviucci Marini Zibecchi; L’uomo ha attraversato la pianura
Patrizia Rotonda, Lucia Staccone, Germana Mastropasqua, Xavier Rebut
Antonella Talamonti, voci; Sylvie Genovese, chitarra
. Trad. Fiuggi Stava in Pianto
Patrizia Rotonda, Lucia Staccone, Germana Mastropasqua, Xavier Rebut
Antonella Talamonti, Michele Manca, Flaviana Rossi, voci
. Trad. Puglia Ninna nanna di Ischitella
Patrizia Rotonda, voce

. Aldo Clementi Fantasia su frammenti di Michelangelo Galilei
Ugo Di Giovanni, liuto

. Xavier Rebut Vous verrez (discanto)
D’Amanti&D’Anarchisti duo Germana Mastropasqua- Xavier Rebut

. Cristòfor Taltabull Madrigal
. Roberto Di Marino Beata viscera Mariae Virginis
. Vytautas Miskinis Diffusa est gratia
Ensemble Vocale Sanseverino dell’Università di Salerno
Direttore Antonello Mercurio.

. Antonella Talamonti Madonuta
Germana Mastropasqua, voce

. Matteo D’Agostino Solea; Bulerias
Matteo D’Agostino, chitarra

. Sylvie Genovese Ma cos’é
. Maurice Ohana Tiento
Sylvie Genovese, chitarra, voce

. Pisano, Cioffi E non sta bene
E spingule e’ a frangesa (Rosaria Russo, Ciro Sagitto, Sylvie Genovese)

. Giovanna Salviucci Marini Lamento per la morte di Pasolini
Antonia D’Amore e Andrea Mancianti

. Performance di jazz-poetry
su testi di Jack Kerouac, Gregory Corso, Amiri Baraka, Kamau Brathwaite,
Ishmael Reed, Nathaniel Mackey
Giuppi Paone, voce; Aurelio Tontini, tromba

. Musiche tradizionali
Uskudara (Trad. Serfadita )
Poema Abierto (Trio Cielo Reves)
Sorriso (Trio Cielo Reves)
Caterina Bono, violino; Giovanni Giuliano, contrabbasso

. Autori vari
Trio di fiati Lanciaspezzata Oretta Orengo, Cristina Majnero, Teresa Spagnuolo

. Oh madre mia! , Vicino/Lontano, Strada Facendo
Lucia Staccone e Antonella Talamonti, voce

Freon2009_colors
photo©FrancescaChecchi

photo©FrancescaChecchi

 

1 pensiero su “13 febbraio. Napoli

  1. Pingback: Atlante al Museo Madre « freon ensemble

I commenti sono chiusi.